Sicilia a cavallo

English version it

Tel: +39 340 6883596 / +39 347 8125470 / + 39 333 6915703

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

Ed Dabney e le sei chiavi dell'armonia

  • PDF
Introduzione alle "SEI CHIAVI dell' ARMONIA" di ED DABNEY.
Nel nostro centro insegnamo ai nostri cavalli e cavalieri il metodo di "Horsemanship Gentile" ideato e sviluppato dal trainer americano Ed Dabney. Lo scopo di questa serie di esercizi che si insegnano a cavallo e cavaliere è molteplice:
- stabilisce una solida leadership del cavaliere nei confronti del cavallo
- costruisce un ponte di comunicazione fra voi e il cavallo per avere con lui un rapporto sereno, rispettoso, fiducioso e armonioso
-  addestrare il cavallo con leggerezza e gentilezza per costruire le sue fondamenta affinchè poi possa praticare facilmente e bene la specialità      che si desidera: salto, dressage,  reining, dressage, endurance, trekking, attacchi  o qualsiasi altra attività equestre.
- permette di rieducare cavalli che hanno problemi di comportamento di qualsiasi genere indipendentente dalla loro età, sesso, storia passata,problema.

Chi è ED DABNEY.
Il suo curriculum è impressionante:
 La sua famiglia ha allevato e addestrato cavalli da cinque generazioni.  Ha vissuto e operato  in WYOMING per molti anni sia  come responsabile dell'allevamento e dell'addestramento dei cavalli da lavoro  di un grosso ranch, come organizzatore e guida di viaggi a cavallo nelle montagne rocciose, nell'industria del cinema per addestrare e fornire cavalli per film western (ll'ultimo IL PATRIOTA  con Mell Gibson) e serie TV (l'ultima SLEEPY HOLLOW attualmente in lavorazione). Poi si è spostato nel suo nuovo ranch in GEORGIA, vicino ATLANTA dove addestra cavalli e tiene clinic sul suo metodo, sul rooping e il Ranch Work. Nel 2007 ha vinto il "Trainer's challenge of US East Coast" (come vincere la coppa dei campioni nel calcio) che lo ha lanciato nel mondo dei trainer più apprezzati d'America. Per 5 anni ha tenuto moltissimi clinic in Italia, Francia, Svezia, Finlandia. Dal 2015 ha deciso di non viaggiare più in Europa per i troppi impegni in America. Ci ha dato il permesso di tenere clinic in EUROPA al suo posto.

 Cavalli irrispettosi? Come insegnare loro una buona educazione?
  C'è una grande differenza fra l'essere giusto un buon cavaliere e divenire anche un uomo o donna di cavalli. Troppo spesso, infatti, esiste un enorme sbilanciamento fra uomo e e cavallo. Troppo spesso esistono moltissimi ottimi cavalieri che vincono coccarde e medaglie in tante discipline equestri sportive o che fanno anche lunghi  viaggi a cavallo ma che quando scendono di sella e vogliono condurre alla corda il proprio cavallo hanno un sacco di problemi: il cavallo lo tira di qua e di la, cerca di superare il cavaliere, si ferma a mangiare erba, se il cavaliere si ferma lui continua e lo supera. Magari si rifiuta di salire sul trailer oppure si muove in avanti quando il cavaliere vuole montarlo e mette il piede nella staffa. Magari scalcia gli altri cavalli quando sono vicini. Oppure quando si vuole mettergli la briglia il cavallo si rifiuta e cerca di evitarlo muovendo la destra a destra a sinistra o in alto o tutta una serie di altri comportamenti irrispettosi. Molti cavalieri ACCETTANO questi comportamenti come INEVITABILI, come parte del carattere del cavallo perchè magari pensano che quel comportamento "APPARTIENE" alla razza del cavallo, il loro sesso o età. Oppure per cercare di eliminare questi comportamenti usano la forza o la violenza. TUTTO ciò è semplicemente sbagliato!
 

 Comunicazione e  leadership.
Noi tutti amiamo i nostri cavalli e vogliamo avere SEMPRE con loro un buon rapporto, in ogni occasione. per riuscirci servono due cose:
Comunicazione e Leadership. ISolo se un cavallo trova nel suo cavaliere un leader in cui ha fiducia, che rispetta, sarà sereno e "in pace" con se stesso e con te. Se tu sarai in grado di diventare quel tipo di leader che il tuo cavallo potrà rispettare e aver fiducia, sarà capace di imparare cosa tu gli vorrai insegnare. Come è possibile diventare quel tipo di leader? La risposta è semplice: con la costante applicazione delle SEI CHIAVI dell' ARMONIA che insegnamo a  tutti i nostri cavalli e  ai cavalli dei soci.
Le fondamenta  di qualsiasi specialità equestre dal trekking al salto, al dressage al reining e così via,è quello di avere un perfetto controllo del cavallo sia da terra che dalla sella. Per ottenerlo serve costruire un ponte di comunicazionefra l'uomo e il cavallo in modo che l'uomo abbia la leadership che serve al cavallo per rimanere sereno e sia in grado di dargli quei segnali (sia da terra che dalla sella) che lui possa capire in modo da restituire rispetto, fiducia, obbedienza, apprendimento ed esecuzione di ciò che vogliamo insegnare al cavallo.
Per insegnare qualcosa a qualcuno bisogna essere in grado di spiegargli bene quello che vogliamo da lui e quello che NON vogliamo. Per spiegare e insegnare a un cavallo di fare un qualcosa, serve stabilire con lui un linguaggio comune che LUI possa capire. I cavalli NOn possono imparare il nostro linguaggio, quindi dobbiamo essere noi, con la nostra intelligenza e intelletto, a diventare capaci di usare segnali precisi e chiari usando un linguaggio che il cavallo possa comprendere. E' con le SEI CHIAVI dell'ARMONIA che comunichiamo al nostro cavallo "cosa vogliamo da lui" e "cosa NON vogliamo da lui".
Questo metodo è stato sviluppato da ED DABNEY studiando a lungo nelle montagne del Wyoming  il comportamento in natura  dei branchi di cavalli selvaggi , il comportamento del cavallo quando vive in ambienti controllati come il box, il pascolo o il paddock, ma anche i metodi di addestramento utlizzati dai nativi americani, grandi trainer  odierni o del recente passato, gli antichi maestri d'equitazione classica  italiani e francesi del XVII Ie XVIII secolo e studiando con grandi tecnici del dressage e dell'equitazione classica come Philippe Karl o Craig Stevens.
Dalla osservazione dei cavalli selvaggi  è chiaro che fra loro si "parlano" usando un vocabolario costituito da visualizzazioni tecniche, linguaggio corporale, pressioni, rilasci, focalizzazione di energie. Se noi usiamo le stesse tecniche di comunicazione sarà possibile presentare le nostre richieste al cavallo in un modo che lui può capire e gradualmente accettare.
Il Cavallo è un animale gregario, tende a seguire, è un animale predato da altri animali selvaggi e dall'uomo e in qualsiasi mandria c'è sempre e solo un cavallo leader che prende TUTTE le decisioni importanti: direzione da prendere per raggiungere cibo e acqua, velocità da usare per questi movimenti o per sfuggire a un pericolo. E' sempre il leader che sta attento alla sicurezza della mandria. Questo leader NON,  è come si può pensare, lo Stallone: è sempre una femmina anziana. E' sempre lei a decidere "DOVE SI VA" e a "QUALE VELOCITA'". Lei si guarda intornoper avvistare predatori mentre il resto della mandria pascola ed è lei che decide se bisogna scappare via da un pericolo a TUTTA la mandria la seguirà. Se noi, grazie alle 
SEI CHIAVI dell' ARMONIA saremo in grado di diventare il leader di quell apicolissima mandria formata da un essere umano e il cavallo che vorremmo montare, egli penserà: "OH! ecco il leader che stò cercando, lui si occuperà della mia sicurezza, del mio cibo e acqua e deciderà velocità e direzioni da prendere"
Se e solo seil cavallo riconoscerà in noi un leader sicuro e affidabile, tutto sarà fato, il cavallo si sottometterà a noi senza problemi come farebbe con una cavalla anziana leader. Con l'applicazione delle SEI CHIAVI dell' ARMONIA avremo un metodo per stabilire la nostra leadership, di comunicare con il cvavallo cosa noi gli vogliamo insegnare, eliminare i comportamenti irrispettosi e sbagliati che un cavallo può sviulupare con un addestramento sbagliato.
Per ogni tipo di cavallo? 
Questi concetti valgono per qualsiasi cavallo, indipendentemente dall'età, sesso, razza. E' possibile ottenere splendidi risultati anche con animali che hanno avuto brutte esperienze con l'uomo, addestrati con violenza o che sembrano NON addestrabili. Serve solo conoscere bene le SEI CHIAVI dell' ARMONIA, essere pazienti, costanti, calmi ed emozionalmente stabili e "piatti"
Cosa sono le SEI CHIAVI dell' ARMONIA?
 Il metodo consiste in sei esercizi principali che vanno insegnati  prima con il cavaliere a terra e quindi in sella. Sono questi:
1 Backing (andare indietro)
2 Controllo del posteriore suddiviso in:
2 A Guarda e Punta
2 B Pollice
2 C Flessione laterale del collo
2 D Disinpegno del posteriore
3  Apertura della spalla
4 Mandare il cavallo
5 Twist
6 Passo Laterale
1 Backing.
E' l'esercizaio più importante: insegnamo al cavallo ad andare indietro con un leggerissimo movimento della corda della capezza. Prima da terra, quindi dalla sella usando le redini. Il  Backing  sarà il nostro segnale per dire al nostro cavallo: VAI  INDIETRO" quando ne abbiamo bisogno per qualsiasi situazione ma anche per dirgli: " Quello che stai facendo è sbagliato"                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     
Controllo dei posteriori.
Si divide in quattro sezioni:                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     


 look point 3
 La prima è il  “ GUARDA e PUNTA". Con questo esercizio insegnamo al cavallo a spostare di lato i suoi posteriori a destra e sinistra senza muovere gli anteriori.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           




2B TLa seconda è il  "POLLICE". Tocchiamo molto leggermente con il nostro pollice il fianco del cavallo nel punto dove lo toccheremo con i nostri talloni dalla sella per fargli  muovere i posteriori a destra e sinistra senza muovere gli anteriori.












2C. La terza è la  "FLESSIONE LATERALE del COLLO". Con questo esercizio insegnamo al cavallo a piegare il collo cedendo alla redine senza muovere gli anteriori.













2D. La quarta sezione è il ourth is the "DISIMPEGNO DEL POSTERIORE". WCon questo esercizio insegnamo al cavallo a incrociare il piedi posteriori (da destra e sinistra) con un leggero tocco del tallone sui suoi fianchi.












3 APERTURA della SPALLA.
Insagnamo al cavallo ad apriere e muovere le sue spalle (e gli anteriori) a destra e sinistra.









4 MANDARE il cavallo.
Questo esercizio NON ha niente a che vedere con la LONGE (esercizio diseducativo e noioso). Con questo esercizio il cavallo imparerà ad avere la responsabilità del mantenimento dell'andatura e della velocità e i cambi di andatura in relazione all'energia del cavaliere. 








5 TWIST
Con l'aiuto di una barriera posta parallela alla staccionata, combiniamo tutti gli esercizi precedenti in una sequenza, così il cavallo vedrà gli usi pratici degli esercizi insegnatili durante un movimento continuo. Lo faremo ripetere tante volte in mod da prendere cordinamento e automatismo, Conquesto esercizio imparerà a muovere la sua carra toracica a destra e sinistra. Inizialmente si lavorerà usando la staccionata come punto di riferimento ma poi si potrà fare l'esercizio anche nel centro del maneggio o ovunque si voglia senza barriera.





6 SIDE PASSO LATERALE.
Si insegna il passo laterale per imparare bene a muovere la sua cassa torarica a destra e sinistra. Come fase preparatoria si insegna da terra lo "SPALLA IN"

Last Updated on Monday, 18 August 2014 09:47

You are here: DOVE SIAMO